Nuova collaborazione Casa della poesia e il Fatto Quotidiano
04/04/2011

dang ky nhan tien cuoc mien phi 2019_game bài casino_đăng ký website miễn phí 2019

Compianto dei mendicanti arabi della casba e della piccola Yasmina uccisa dal padre Uno straordinario poema, scritto nel 1951 da un giovane poeta e studente algerino, Isma?l A?t Djafer, che partendo da un fatto di cronaca lancia un veemente atto di accusa contro il colonialismo, la povertà, la fame, la prevaricazione.
piccola
Compianto dei mendicanti arabi della casba e della piccola Yasmina uccisa dal padre 2013 88-86203-61-6 88 Poesia come pane Gianluca Paciucci Gianluca Paciucci e Dominique Gianviti
13,00 €
Comprami
e Leggimi
In principio fu un fatto di cronaca: il dramma quotidiano, e quasi banale, d’una bambina assassinata dal padre.
Bisognava essere Isma?l A?t Djafer per farne un poema. E che poema! Un lungo grido di dolore, così violento che vi si poteva leggere, a pensarci bene, l’imminenza d’una tempesta, l’annuncio d’un novembre [il 1° novembre 1954 iniziò la lotta di liberazione, N.d.t.].
Questo compianto basta da solo a fare di A?t Djafer un poeta.

Kateb Yacine

Perché scrivere nella lingua del colonizzatore? La risposta più semplice e interessante è del poeta marocchino Abdellatif Laabi secondo cui questa letteratura sarebbe “una sorta d’immensa lettera aperta all’Occidente, i cahiers maghrébins de doléances, se vogliamo”. Lettera aperta, messaggio in una bottiglia, avvertimento (ma non minaccia)…

Gianluca Paciucci

Come il lettore scoprirà ben presto, il significato politico del Compianto, la sua umanità, parla al nucleo stesso della sopravvivenza e dell'esistenza di oggi.
Per il povero in ciascuno di noi, il Compianto piange. Lasciate che le orecchie nei vostri occhi ascoltino ora il lamento di Djafer.

Jack Hirschman