Nuovo sito per Casa della poesia. Cosa ne pensate? Inviateci un feedback
04/04/2011

Đánh bạc miễn phí_công thức đánh baccarat_game bài baccarat

A base di versi… a cena con i poeti sul lungomare di Lazzaro (RC)

Si aprirà giovedì 10 aprile la serie di eventi poetici ed enogastronomici promossi dall’Associazione Culturale “Angoli Corsari”, dalla Casa della Poesia e dal ristorante l’Accademia di Lazzaro. Gli eventi, unici all’interno del panorama locale e nazionale, vedranno protagonisti poeti provenienti da varie parti del mondo, esponenti significativi di culture diverse dalla nostra, che renderanno “l’Accademia” un piccolo centro cosmopolita di incontro e scambio. Ai presenti in sala verrà così data l’opportunità di gustare un ottimo menù, anche legato alla cultura di provenienza del poeta ospite della serata, e allo stesso tempo di assistere ad un evento peculiare e magico, un contatto diretto con gli scrittori che leggeranno, talvolta con accompagnamento musicale, le loro creazioni in versi con contemporanea video-proiezione dei testi in traduzione italiana.

I poeti che apriranno la serie di eventi il 10 aprile saranno Josip Osti e Sinan Gudzevic, che porteranno un sospiro balcanico in riva allo Stretto di Messina. Il primo, con la sua poesia pacata ed intimista, creerà momenti di tenerezza e riflessione, in cui il dramma della guerra dei Balcani si intreccia all’esaltazione dell’amore come unica salvezza e rifugio, mentre il secondo, con i suoi “Epigrammi Romani”, porterà una ventata di arguzia e simpatia. L’unione di queste due componenti personali, diverse e complementari, darà vita ad una serata intensa, che abbraccia la totalità del sentire umano e soddisfa la varietà delle inclinazioni emotive del pubblico.

Al primo seguiranno altri tre incontri, in cui si avvicenderanno grandi nomi del panorama poetico mondiale: la poetessa siriana Maram al Masri (24 aprile) che, con delicatezza e sensualità allo stesso tempo, dà voce e versi ad una sensibilità femminile sentita e avvolgente; il poeta haitiano Louis-Philippe Dalembert (9 maggio), appena insignito del prestigioso premio di Casa de las Americas a Cuba; gli americani Jack Hirschman e Agneta Falk (30 maggio), compagni nella vita e nell’ideale di una poesia impegnata, che dà voce agli “ultimi” e che trova ispirazione nella realtà socio-politica attuale. Il ciclo di incontri, è evidente, dà spazio ad una pluralità di espressioni e di esperienze, creando una fusione tra piaceri diversi, quello intellettuale e quello della gola, che certamente incontrerà il favore di coloro che avranno voglia di evadere dal torpore attuale per risvegliare l’animo ed i sensi.