Nuova collaborazione Casa della poesia e il Fatto Quotidiano
04/04/2011

cách chơi baccarat trên win2888_cách đánh bài online_quay slot đổi thưởng

Tarik Aziz
untitled-4
Tariz Aziz, pseudonimo "Khabat" (lotta) è nato il 1 settembre 1963 nel villaggio Karanau presso la città petrolifera di Kirkuk nel sud del Kurdistan, in Iraq. Nel 1980 deve lasciare il suo paese apparentemente per studio, in realtà perché nel mirino del regime iracheno. La sua famiglia è stata vittima degli orrori iracheni e della persecuzione contro il popolo curdo. Dal 1981 vive a Torino dove scrive per ricordare la sua terra e per contribuire alla libertà del popolo curdo. Lavora come giornalista alla Stampa di Torino. Ha pubblicato su molti giornali e riviste. La sua prima raccolta in curdo nel 1987 a Stoccolma. Nel 1991 pubblica il suo primo libro in italiano dal titolo “Candela”.
Sua una lirica, "La canzone della città uccisa", scritta per la città kurda di Halabja bombardata con armi chimiche dall'aviazione irakena il 16-17 marzo 1988 e poi distrutta con la dinamite: ?Era pomeriggio. | Nubi grevi di morte | scendono sulla città | 18 minuti | terremoto | paura, silenzio. | Corpi rossi di sangue | ritagliano aiuole di fiori?.