Nuova collaborazione Casa della poesia e il Fatto Quotidiano
04/04/2011

cách canh bài baccarat_Đánh bạc miễn phí 2019_nhà cái khuyến mãi 2019

Mariano Bàino
mariano-baino-1
Mariano Bàino è nato a Napoli nel 1953, dove vive e lavora. è stato tra i fondatori, nei primi anni ’90, della rivista “Baldus” e del Gruppo 93, che hanno animato in Italia un complesso dibattito su moderno e postmoderno, avanguardia e tradizione, e, più in generale, sul mutare delle strutture comunicative e sugli effetti di derealizzazione nella società massmediale. Nella sua poesia si incontrano pluristilismo, apertura ai dialetti e alle lingue straniere, uso straniante della citazione e dei neologismi. Fra i registri più frequenti l’ironia e la giocosità. Nelle prove più recenti, perlopiù inedite o pubblicate su riviste, si assiste al recupero delle forme metriche della tradizione, in particolare della sestina lirica e del sonetto.
I suoi libri di poesia comprendono "Camera iperbarica" (Tam Tam 1983); "Fax giallo" (Il Laboratorio, ed. non venale con serigrafie,1993, II ed. Zona 2001); "?nne ‘e terra" (Pironti 1994, II ed. Zona 2003); "Pinocchio moviole" (Manni 2000, Premio Feronia); "Sparigli marsigliesi" (Il Laboratorio, ed. non venale con acquetinte e acqueforti, 2002, II ed. d’If 2003); "Amarellimerick" (Oedipus 2003).
Nel 2008 ha pubblicato con Le Lettere di Firenze l'opera narrativa "L'uomo avanzato".
Ha riunito aforismi, prosette, microracconti, in uno zibaldino dal titolo "Le anatre di ghiaccio" (ed. l’ancora del mediterraneo 2004).
Ha tradotto poesie di Góngora, Frénaud, Lely, Fersen.
Collabora con interventi teorici e recensioni a riviste e quotidiani.
Figura in varie antologie, tra le quali "Les italiens" (Docks, Marsiglia 1985); "Poesia italiana della contraddizione" (a cura di M.Lunetta e F. Cavallo, Newton Compton, 1989); "Raccontare il postmoderno" (a cura di Remo Ceserani, Bollati Boringhieri, 1997); "è arrivata la terza ondata" (a cura di Renato Barilli, Testo&Immagine, 2000); "Verso l’inizio (percorsi della ricerca poetica oltre il novecento)", (Anterem 2000); "Il pane e la rosa, antologia della poesia napoletana dal 1500 al 2000" (a cura di Achille Serrao, Cofine, 2005); "Parola plurale, sessantaquattro poeti italiani fra due secoli" (AA.VV., Sossella, 2005).
Ha partecipato a reading e a festival di poesia tra i quali: Milanopoesia (Milano 1989 e 1992); Leonkart (Centro Sociale Leoncavallo, Milano 1996); Le group ‘93(A cura di Nanni Balestrini, Marsiglia 1993); La jeune poésie italienne (Istituto Italiano di Cultura, Parigi 1994); La poesia in dialetto (a cura di Mario Martone, Teatro Argentina, Roma 2000);
Suoi testi sono stati tradotti negli U.S.A.
Dirige la collana di poesia delle edizioni Bibliopolis.
Ha curato la sezione “letteratura” della XII edizione della Biennale Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo “ 19/28 settembre 2005, Napoli Castel Sant’Elmo.
Si sono occupati del suo lavoro, su quotidiani, riviste, antologie, saggi critici: Vittorio Russo, Matteo D’Ambrosio, Marcello Carlino, Filippo Bettini, Giorgio Patrizi, Clelia Martignoni, Francesco Muzzioli, Mario Lunetta, Rossana Saccani, Felice Piemontese, Lello Voce, Tommaso Ottonieri, Biagio Cepollaro, Guido Caserza, Pietro Sarzana, Pietro Cataldi, Franco Loi, Renato Barilli, Romano Luperini, Remo Ceserani, Cecilia Bello Minciacchi, Giancarlo Alfano, Andrea Cortellessa, Margherita Ganeri, Bruno Arpaia, Silvio Perrella, Luigi Bonaffini, Mauro Novelli, Roberta Moscarelli, Maurizio Zanardi, Gabriele Frasca, Florinda Fusco, Angelo Petrella. è membro dal 2006 della giuria tecnica del Premio Napoli

Ha partecipato alle edizioni del 2001, 2002, 2005, 2009 di "Napolipoesia" e a "Salernopoesia" nel 2004.