Nuovo sito per Casa della poesia. Cosa ne pensate? Inviateci un feedback
04/04/2011

mẹo cược bóng đá_cá độ bóng đá đổi thẻ điện thoại_cách chơi máy đánh bạc

John Giorno
john-giorno-1
John Giorno è nato nel 1936 e si può considerare come il più grande innovatore della Performance Poetry, come colui che ha elevato lo Spoken Word ad alta forma d’arte.
Figura tra le più influenti nel panorama della poesia del ventesimo secolo, la sua carriera si estende per oltre quarant’anni. I lavori di John Giorno, gli scritti, le incisioni e le performance, hanno cambiato il modo in cui il mondo vede la poesia.
In "You Got To Burn To Shine" (del 1994, recentemente pubblicato anche in Italia), John Giorno offre i dettagli delle sue intime memorie personali, includendo (fra l’altro) la storia della sua relazione con Andy Warhol (Giorno è protagonista del primo film di Wahrol, "Sleep", del 1963), del suo anonimo incontro sessuale con Keith Haring (John e Keith rimangono poi buoni amici) e raccontando i suoi pensieri sulla morte nell’età dell’AIDS, dal punto di vista del suo credo religioso di buddista tibetano.
Con la fondazione di “Giorno Poetry Systems”, introduce definitivamente l’uso della tecnologia nella poesia, lavorando con materiali elettronici e mulitmedia, creando nuovi luoghi d’incontro e facendo così conoscere la poesia a un nuovo pubblico.
Del 1968 è Dial-A-Poem, che rivoluziona l’uso del telefono, allargandolo per la prima volta alla comunicazione di massa.
Giorno vive al 222 di Bowery, che è anche la sede della “Giorno Poetry Sistems”.
L’”AIDS Treatment Project”, fondato nel 1984, è il modo in cui John Giorno cerca di combattere con compassione la catastrofe epidemica dell’AIDS. Lo scopo è di fornire sostegno economico per le situazioni di emergenza: alloggi, telefono, assistenza, cibo, medicinali, tasse e qualsiasi altra necessità. Denaro donato con amore e partecipazione.

Come è facilmente immaginabile dal suo cognome è di origini italiane, la sua famiglia proveniva da Aliano, un piccolo centro in provincia di Matera, che ora gli ha dedicato un museo.
Nel 2007 ha interpretato il film "Nine Poems in Basilicata" diretto da Antonello Faretta basato sulle sue poesie ed interamente girato nella sua terra di origine.

Ha partecipato a "Napolipoesia 1999", "Parole di Mare" (2000) e "Il cammino delle comete" (2002).