Nuova collaborazione Casa della poesia e il Fatto Quotidiano
04/04/2011

tai m88 ve may tinh_casino truc tuyen_cách thắng bài baccarat

Mimi Khalvati
mimi-khalvati-1
Mimi Khalvati nata a Tehran, Iran, il 28 aprile 1944. Dai sei anni è cresciuta sull'Isola di Wight fino a diciassette anni quando tornò in Iran dove rimase fino a venticinque anni. Ha studiato in Svizzera alla University of Neuchatel, e a Londra al Drama Centre and the School of African and Oriental Studies. Ha lavorato come attrice e regista sia in Gran Bretagna che in Iran, ha fondato Matrix, un gruppo femminile di teatro sperimentale e ha co-fondato il Theatre in Exile.
è coordinatrice della Poetry School, che tiene laboratori di poesia e corsi a Londra, ed è co-editrice di "Tying the Song: A First Anthology from the Poetry School 1997-2000" (2000); "Entering the Tapestry: A Second Anthology from the Poetry School" (2003); e "I Am Twenty People: A Third Anthology from the Poetry School" (2007). è tutor alla Arvon Foundation, e ha insegnato Creative Writing in università e colleges negli Stati Uniti e Inghilterra. è stata Poet in Residence alla Royal e ha letto le sue poesie al Voice Box al South Bank Centre a London, alla Poetry Society e in diversi festival in Inghilterra ed in Europa.
Ha rappresentato un modello per il crescente numero di poeti che scrivono con la doppia eredità inglese ed iraniana. Per quanti non sono familiari con la poesia in farsi, la sua lingua natale, è difficile capire quanto quella tradizione la influenzi ma di certo la cultura Persia pervade la sua opera. La delicatezza della calligrafia è una pietra di paragone e i mosaici-specchio dell'Islam sono presenti alla base del suo libro "Mirrorwork" (1995)
Le sue raccolte di poesia includono:
"In White Ink" (1991), "Mirrorwork" (1995), per il quale ha ricevuto l'Arts Council Writers' Award, "Entries on Light", and "The Chine" (2002). Il volume "Selected Poems" è stato pubblicato nel 2000 e una nuova raccolta "The Meanest Flower", nel 2007. è anche autrice di un libro per bambini, "I Know a Place", pubblicato nel 1985.