Nuovo sito per Casa della poesia. Cosa ne pensate? Inviateci un feedback
04/04/2011

trò baccarat có lừa đảo_luật chơi slot machine_tỷ lệ bóng đá

Tadeusz Ró?ewicz
tadeuz-rozewicz-1
Tadeusz Ró?ewicz nasce in Polonia, a Radomsko, cittadinanon lontana da Cz?stochowa, il 9 ottobre 1921. Figlio di un modesto impiegato, interrompe gli studi prima della guerra per le difficoltà economiche della famiglia. Nei primi anni dell’occupazione nazista lavora come magazziniere e operaio; dal 1943 al 1944 partecipa alla lotta partigiana nelle fine dell’Armia Krajowa. Nel 1944 il fratello maggiore Janusz, sua guida spirituale e letteraria, viene fucilato dai nazisti. Dopo la liberazione, ottenuto il diploma di maturità, inizia gli studi di storia dell’arte all’Università di Cracovia. Nel 1949 li interrompe e si trasferisce a Gliwice, nell’Alta Slesia, dedicandosi all’attività di scrittore; nel 1968 si trasferisce a Wroc?aw, dove tuttora risiede.
Pubblica le sue prime poesie nel 1938, ma il suo vero debutto poetico avviene nel 1947 con il volume “Niepokój” (?Inquietudine?), a cui seguono “Czerwona r?kawiczka” (?Il guanto rosso?, 1948), “Pi?? poematów” (?Cinque poemi?, 1950), “Czas który idzie (?Tempo che viene?, 1951), “Wiersze i obrazy (?Versi e immagini?, 1952), “Równina (?La pianura?, 1954), “Srebrny k?os (?La spiga d’argento?), “U?miechy (?Sorrisi?, 1955), Poemat otwarty (?Poema aperto?, 1956), Formy (?Forme?, 1958), ecc. ecc.
Oltre che di opere in prosa e di sceneggiature cinematografiche, ? autore anche di numerosi testi teatrali, alcuni dei quali rappresentati e tradotti anche in Italia.
Insignito di numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali, Ró?ewicz ? tradotto in oltre venti lingue.
In Italia, a parte le antologie e le riviste, la sua poesia ? presente solo con il volume “Colloquio con il principe”, apparso (a cura di Carlo Verdini) a Milano nel 1964 nella mondadoriana collana dello Specchio.